I due alfabeti

C’erano una volta due Alfabeti che erano molto amici. Avevano 21 lettere ciascuno, tutte le stesse e, con loro, riuscivano a fare lunghe chiacchierate, a raccontarsi barzellette e a descrivere i sogni che facevano di notte. Le loro 21 lettere se ne stavano tranquille , allineate una dopo l’altra ed erano sempre pronte a mettersi in fila, a volte persino in doppia fila, per formare delle … Continua a Leggere I due alfabeti

Chiara deve avere un ombrello

Quello fu un giorno importante, perché Mamma e Papà chiamarono Chiara in salotto. Quando la chiamarono avevano una faccia molto seria, anche se sempre affettuosa e quella faccia Chiara l’aveva vista solo altre due volte: quando le avevano comunicato che sarebbe arrivato un fratellino e quando le avevano fatto vedere la foto della nuova casa dove sarebbero andati ad abitare. Quindi la convocazione in salotto … Continua a Leggere Chiara deve avere un ombrello

Amilcare che aggiusta tutto.

Amilcare aveva una bottega piccola piccola, ma piena piena. Amilcare, nella sua bottega, aggiustava tutto. E quando si dice tutto, si intende proprio tutto. E quando si dice AGGIUSTARE si intende proprio AGGIUSTARE. Cioè, Amilcare prendeva le cose rotte, non le buttava, non le sostituiva e non le metteva in soffitta o in cantina. Lui le prendeva, le osservava, se le girava e rigirava fra … Continua a Leggere Amilcare che aggiusta tutto.