La Comunicazione di Coppia – Pillole

Reading Time: 2 minutes

Quali errori commettiamo più di frequente?

Questo articolo è stato scritto a due mani da:

Michele Agazzi e Paola Aquaro

 

Gli eventi di quest’ultimo periodo espongono molte coppie ad una situazione assolutamente nuova ed inusuale: passare molto tempo insieme. Per gli amori appena nati questo contiene indubbiamente una nota positiva. Ma per coppie con una storia, magari complicata, la convivenza forzata può essere molto destabilizzante.

Quali sono gli errori comunicativi che si commettono più di frequente in questi momenti? Vediamone alcuni:

  1. Dedicare poco spazio alla coppia oppure poco spazio a se stessi. Prenderci i nostri spazi e rispettare quelli dell’altro: in questi giorni di convivenza non scelta, questo elemento diventa ancora più importante del solito. Prendersi cura di sé, anche interiormente, è un aspetto che non deve essere dimenticato. Così come ricordarsi che anche l’altro ha lo stesso bisogno. Ma è anche importante e positivo condividere momenti di qualità come la cena, un film, o riscoprire insieme qualcosa che si era dimenticato…

 

  1. Dimenticarci del fatto che le emozioni che si provano e le reazioni che si hanno sono spesso condizionate dalla situazione di particolare vulnerabilità in cui ci troviamo e che possono venire amplificate dallo sconvolgimento delle abitudini che ci è stato imposto. Saperlo ci dà lo spazio per tollerare ciò che in questo periodo potrebbe dare particolarmente fastidio.

 

  1. Utilizzare espressioni del tipo “dovresti fare così”, “perché non provi a fare come faccio io?”, o inibire la comunicazione sul nascere con commenti come: “cerca di non lamentarti per favore, tutti stiamo male”. Allo stesso modo, pretendere dall’altro totale coerenza ignorando che l’essere umano è pieno di contraddizioni per natura….e anche noi lo siamo! Non dimentichiamo inoltre che in questi periodi i cambiamenti di umore sono la normalità!

 

  1. Rifiutare il fatto che il partner possa pensarla diversamente da te o che possiate reagire allo stress in modo differente. Perché dovrebbe avere le tue stesse preoccupazioni? Se ad esempio tu sei preoccupata/o per lo stato di salute, perché mai lui/lei non dovrebbe focalizzarsi invece sui risvolti economici di una pausa forzata dal lavoro? Condividere le proprie paure è un modo molto funzionale per affrontare la precarietà di queste settimane.

Se in questo momento difficile cogliamo l’opportunità di ricordarci di noi stessi, tutto ciò si trasformerà in qualcosa di utile e prezioso.

 

 

Lascia un commento