Sotto la corazza. Una storia di disarmante e rabbiosa impotenza.

Giuliana, una giovane di 23 anni, trova «il mondo così ingiusto» a tal punto da doversi proteggere e «aver costruito una corazza spessa spessa, che da un lato la protegge, ma dall’altro la blocca». Vive una vita contraddistinta da un forte moralismo e doverismo e fatica a prendersi degli spazi per sé, per gli amici e per la sua relazione con il fidanzato Gianmarco. Il … Continua a Leggere Sotto la corazza. Una storia di disarmante e rabbiosa impotenza.

Bambini intrappolati nella rabbia: come gestire le crisi rabbiose dei più piccoli.

Soffiate o venti, fino a farvi lacerar le gote! Infuriate! Soffiate! E voi, o cataratte e uragani, rovesciatevi Finché abbiate sommerso tutti i nostri campanili, e annegato i galli segnavento! […] E anche tu, o tuono che tutto sconvolgi, appiattisci con un colpo solo la spessa rotondità del mondo! Spezza le matrici della Natura, e sperdi in un sol punto tutti i germi che fanno … Continua a Leggere Bambini intrappolati nella rabbia: come gestire le crisi rabbiose dei più piccoli.

O mando giù o esplodo: e se invece mi arrabbiassi? Le vicissitudini delle donne tra rabbia e depressione - Divenire Magazine

O mando giù o esplodo: e se invece mi arrabbiassi? Le vicissitudini delle donne tra rabbia e depressione.

‘Mi sento frustrata. Mi pare di vivere una vita senza passioni, desideri, entusiasmo. Sono stufa ma non vedo vie d’uscita’, mi dice Mara. ‘Tu sai cosa ti fa sentire così?’. ‘Si certo. Durante la settimana lavoro e mi occupo di cose che mi fanno schifo. Durante il weekend devo andare da mia madre e stare con lei tutto il tempo a parlare del nulla sul divano. Il discorso più interessante è il meteo. Poi devo preparare una buona cena per il mio compagno che torna dalla partita di calcio. Devo sistemare casa e insomma, non mi resta tempo per me e mi sento proprio giù’. ‘Devo…’, ripeto io. Continua a Leggere O mando giù o esplodo: e se invece mi arrabbiassi? Le vicissitudini delle donne tra rabbia e depressione.

Il permesso di arrabbiarsi: un ponte verso la vitalità - Divenire Magazine

Il permesso di arrabbiarsi: un ponte verso la vitalità.

Oggi Lucia entra nello studio con un profondo senso di vuoto, il suo corpo è appesantito, come se dovesse trasportare un carico, il viso pallido quasi inespressivo, lo sguardo basso e la voce sommessa. Non è la prima volta che porta questa energia, ma oggi la sento così imponente da nascondere la luce del sole che entrava, fino a poco prima, nella stanza, decisa e rispettosa allo stesso tempo. “Cosa succede?”, le chiedo. Lucia alza appena appena lo sguardo e mi dice “Sto male, sento un grande senso di vuoto e di immobilità”. Continua a Leggere Il permesso di arrabbiarsi: un ponte verso la vitalità.