Mi swappa o non mi swappa? L’amore ai tempi di Tinder.

Reading Time: 3 minutes Clara è una giovane donna di 37 anni, da poco tornata single dopo una relazione sentimentale durata sei anni e terminata dopo estenuanti battaglie e vani tentativi di riaccendere un sentimento che i troppi silenzi avevano inesorabilmente finito per spegnere. Clara tuttavia – a causa della sua storia passata e di un fortissimo timore del rifiuto, che trae le sue origini nell’infanzia – è terrorizzata … Continua a Leggere Mi swappa o non mi swappa? L’amore ai tempi di Tinder.

Quando il bisogno di amore si trasforma in fame d’aria.

Reading Time: 4 minutes Aveva una strana sensazione alla bocca dello stomaco, come quando si sta nuotando e si vuole mettere i piedi su qualcosa di solido, ma l’acqua è più profonda di quanto si pensi e non c’è niente là sotto.   Julia Gregson Vedo per la prima volta Benedetta in un ambulatorio ospedaliero. Mi viene inviata dal medico psichiatra dopo aver lei assegnato una terapia farmacologica per … Continua a Leggere Quando il bisogno di amore si trasforma in fame d’aria.

La danza. Rendere il conflitto dinamico e creativo nella coppia.

Reading Time: 3 minutes A e B si rivolgono a me per un problema nella loro relazione. Non vanno più d’accordo, litigano su tutto, semplicemente non si sopportano più. Sono, almeno superficialmente, in continuo contrasto. Se li rappresentassimo con due frecce, sarebbero questo: → ← Una situazione del genere è statica, stabile. Il conflitto, paradossalmente, genera stasi, immobilità. A volte il conflitto è modo di mantenere questa stasi: litigare … Continua a Leggere La danza. Rendere il conflitto dinamico e creativo nella coppia.

Lentamente muore un amore.

Reading Time: < 1 minute Lentamente muore un amore quando smettiamo di guardarci negli occhi, lentamente muore quando ci tocchiamo per sbaglio, quando abbiamo solo parole di colpevolizzazione e di critica, lentamente muore quando pensiamo unicamente a tutto ciò che non riceviamo, perché pensiamo di offrire già troppo. Lentamente muore ogni giorno un amore, quando ci diciamo solo le cose da fare e quelle da comperare, quando ci diciamo gli … Continua a Leggere Lentamente muore un amore.

La valle dell'amore. - Divenire Magazine

La valle dell’amore.

Reading Time: 3 minutes Capita che alcune persone confondano l’innamoramento con l’amore, arrivando a pensare che finita la prima fase idilliaca, fatta di emozioni intense, il meglio sia passato e la relazione sia quindi giunta al capolinea. Uso spesso una metafora per far meglio cogliere la differenza tra questi due stati emotivi: l’attraversamento della valle. Immaginiamo che quando ci innamoriamo di una persona ci troviamo su una collina, nella città dell’innamoramento. Qui tutto è davvero molto intenso e luminoso, sentiamo le farfalle nello stomaco, vediamo nel nostro innamorato/a tutto ciò che desidereremmo in un’altra persona. Spesso, cadendo nell’idealizzazione, non vediamo nessun difetto o al momento non ci pare poi così grave o importante. Continua a Leggere La valle dell’amore.

Cosa dovrei fare - Divenire Maagazine

Cosa dovrei fare? Tre domande per capire quando è arrivato il momento di cambiare in un rapporto d’amore.

Reading Time: 3 minutes Come facciamo a capire quando è arrivato il momento di cambiare? Questa domanda mi viene posta spesso. Sebbene sia una buona domanda, non sempre è facile rispondere. Il motivo è che di solito essa riguarda i rapporti. Che si stia prendendo in esame il nostro rapporto d’amore, la nostra famiglia o il nostro lavoro, il bisogno di cambiamento è quasi sempre collegato ai rapporti più intimi della nostra vita. Continua a Leggere Cosa dovrei fare? Tre domande per capire quando è arrivato il momento di cambiare in un rapporto d’amore.

Il suicidio del matrimonio - Divenire Magazine

Il suicidio del matrimonio: perché alcune persone non possono restare sposate?

Reading Time: 3 minutes Le persone che restano sposate non si limitano a restare sposate: passano dall’essere unite, all’individuarsi, e poi al riunirsi o risposarsi nuovamente. Questo processo avviene ogni giorno o ogni ora, perfino durante la prima settimana di matrimonio. Le ragioni per le quali le persone non restano sposate sono complesse e dipendono da molti fattori. Il fattore più ovvio è l’evoluzione dei valori culturali relativi sia alla libertà sessuale, sia alla libertà coniugale. E’ come se tutte le decisioni fossero reversibili. Continua a Leggere Il suicidio del matrimonio: perché alcune persone non possono restare sposate?

E tu da che parte stai? Il potere della scelta - Divenire Magazine

E tu da che parte stai?

Reading Time: 3 minutes Giulia entra per il nostro appuntamento settimanale, gli occhi sono spenti, vuoti, come rassegnati. “Anche questa settimana non ho fatto nessun passo avanti, mi sembra di essere sempre ferma allo stesso punto… vedi che non sono capace di fare niente, alla fine confermo di essere sempre inadeguata”. Giulia passa l’inizio della seduta ad elencare la propria frustrazione e impotenza, il suo girare sempre in tondo, senza riuscire ad apportare il minimo cambiamento nelle cose della sua vita che non le piacciono. Continua a Leggere E tu da che parte stai?

Ho un tumore - Divenire Magazine

4) Ho un tumore. Ma non sono malata.

Reading Time: 5 minutes Ero arrivato tardi. Mi ero fermato a mangiare un gelato. Tu mi aspettavi giù in strada, già perché la visita era stata veloce. Che è tutto dire. Sei salita in macchina e hai detto così, semplicemente: “Ho un tumore”. E neanche piangevi, mentre a me è partita in testa quella canzone “i migliori anni della nostra vita”, come una minaccia, che fossero finiti. Poi sembrava di dover fare tutto di corsa, le analisi, il ricovero, imploravamo di far presto con mille telefonate. Continua a Leggere 4) Ho un tumore. Ma non sono malata.

I luoghi comuni in amore - Divenire Magazine

I luoghi comuni in amore

Reading Time: 4 minutes Il lavoro ci mangia il tempo, le aspirazioni individuali di successo professionale rendono tutto il resto secondario, i vincoli di indissolubilità sono superati. La felicità immediata, che poi in realtà dovremmo chiamare “piacere sensoriale”, sembra molto più attraente che la gioia perseguita e guadagnata con un fare costruttivo e solidale. Consumiamo tutto in fretta, dagli hobbies ai lavori, dalle amicizie alle relazioni parentali, dalle vacanze agli interessi culturali, tutto è precario, tutto è superficiale, e dunque anche l’amore, siamo tutti in mobilità frettolosa obbligata e, di conseguenza, viaggiamo galleggiando con un’instabilità psicologica costante. Continua a Leggere I luoghi comuni in amore