Preparare lo zaino. Pesi che bloccano e pesi utili per viaggiare

Chi viaggia a piedi, impara presto, sulla propria pelle (e sulle proprie spalle) l’importanza di decidere bene cosa mettere nello zaino. Nonostante faccia e organizzi viaggi a piedi da alcuni anni, c’è sempre qualcosa che mi porto sul groppone e non utilizzo, e qualcosa che, invece, dimentico a casa e mi avrebbe fatto comodo. Il viaggio a piedi ben si presta a essere usato come … Continua a Leggere Preparare lo zaino. Pesi che bloccano e pesi utili per viaggiare

Finalmente! Quando mi sono arrabbiata col terapeuta

Anche per me arrivò il terribile giorno. Quello in cui, a farti andare fuori dai gangheri non sono i compagni di terapia né le circostanze, ma la terapeuta in persona. Dapprima stentai a riconoscere quell’emozione così poco elegante. Poi mi stupii della veemenza con cui desiderai incenerirla. A seguire mi inviperii ancor di più: -Begare con chi pago per farmi star meglio?!- L’esperienza suggerì che … Continua a Leggere Finalmente! Quando mi sono arrabbiata col terapeuta

Il miracolo che non mi è ancora successo

Nei miei anni di terapia ho visto accadere cose incredibili: persone cambiare completamente look, eterni fanciulli lasciare la casa paterna, carriere iniziare, nuore rappacificarsi con suocere, muti diventare lieti conversatori, pazienti miti ruggire come leoni, coppie in crisi partire in luna di miele, figlie sessantenni ribellarsi finalmente alle madri, madri sessantenni smettere di stirare le camicie dei figli, passioni riaccendersi, dipendenze spegnersi, patologie fisiche importanti … Continua a Leggere Il miracolo che non mi è ancora successo

Il bicchiere mezzo vuoto e la terapia

Insomma, non è facile fare terapia. Sai quante cose che non vedevo sono emerse, con il loro carico di sgomento e dolore. Ed essere presenti, nelle sedute di gruppo, alle storie dei compagni, al loro di dolore, alle loro fatiche, a quanto spesso somiglino alle mie. Lacrime che si misurano in barili, rabbie da incendiare ettari di foresta, domande senza uno straccio di risposta, vergogna. … Continua a Leggere Il bicchiere mezzo vuoto e la terapia

Cosa c’è che non va in me? - Divenire Magazine

Come fa il terapeuta a ricordare tutto?

Il mio terapeuta ricorda tutto di me. Quando ancora mi credevo la sua paziente preferita, questo non faceva una piega, perché mi reputavo molto interessante. Quando mi arresi all’evidenza, nelle sedute di gruppo o durante gli intensivi, che di pazienti preferiti ne aveva tanti, la sua capacità di rammentare e portare nel presente tutti i dettagli della storia e della terapia di ognuno di noi … Continua a Leggere Come fa il terapeuta a ricordare tutto?

Un soldato dal cuore tenero. Cosa farsene della rabbia in adolescenza

Davide ha soli 14 anni, ma alle spalle una storia piuttosto densa e significativa segnata dalla violenza del padre sulla madre e i figli. Quando giunge a colloquio mi sembra di incontrare un tenero ragazzo, dai modi educati, dai gesti e dalle movenze dolci. Trascorre buona parte dei nostri primi colloqui assecondando ogni mia richiesta o proposta, è piuttosto introverso. Sono diverse le fatiche relazionali … Continua a Leggere Un soldato dal cuore tenero. Cosa farsene della rabbia in adolescenza

Sopravvivere ai genitori HH. L’ultimo libera tutti.

Ci sono genitori con storie di gravi carenze affettive, traumi, lutti irrisolti che in maniera del tutto inconsapevole maltrattano i propri piccoli, per i quali essi, rappresentano al tempo stesso l’origine e la soluzione dei propri sentimenti di paura. Ruth era venuta in terapia appena scoperta una gravidanza non programmata. Nonostante la condizione depressiva, la donna sentiva di non voler rinunciare alla gravidanza anche se … Continua a Leggere Sopravvivere ai genitori HH. L’ultimo libera tutti.

Rancore e desiderio di vendetta. Come uscire da questo circolo vizioso?

Dato che tutti i posti erano già occupati, ci siamo seduti Dalla parte del torto. Bertold Brecht Francesco arriva al gruppo con un viso grigio e si siede con un atteggiamento di forte distacco. “Francesco”, dice Rosanna un membro del gruppo di psicoterapia, “sembri arrivare dalla terapia intensiva. Sembri in stato di shock”. “Per certi versi è così”, risponde Francesco, “sto davvero male. Non dormo … Continua a Leggere Rancore e desiderio di vendetta. Come uscire da questo circolo vizioso?

Il sugo della vita: piacere e creatività.

“Uno che non suona è senza sugo”. Così diceva un padre al figlio per indirizzarlo verso la musica. In quel caso si trattava di una passione comune, ma al suonare potremmo sostituire una gran quantità di cose: il ballo, la musica, l’arte in generale. Ma cos’è questo sugo? Cosa rende la nostra vita saporita? È ciò che ci rende vivi, ciò che ci fa vibrare … Continua a Leggere Il sugo della vita: piacere e creatività.

L’abitudine all’infelicità e piccoli atti di ribellione.

Stamane ero in coda al cassa. Ad un certo punto, nel cercare di impilare il carrellino, la colonna si ribalta. Mentre sono china a rimediare, tesa nel non voler far perdere tempo alla cassiera e alle persone dietro di me, sopraggiungono delle braccia di uomo che mi danno una mano a risistemare. Dico un grazie e mi metto a riporre le cose sulla cassa. Nei … Continua a Leggere L’abitudine all’infelicità e piccoli atti di ribellione.