Lo Spazio oltre il muro

Reading Time: < 1 minute Ogni paziente inizia la seduta raccontando del suo ” muro”. Il muro che sente dentro, per qualcosa che lo ha ferito e non riesce ad accettare o a perdonare, la ferita per un muro che gli è  stato messo come limite o rifiuto, la sofferenza per i muri che vuole tenere in piedi , il muro del pianto per una grande delusione, le situazioni di … Continua a Leggere Lo Spazio oltre il muro

Ritorno a scuola-La-lezione- dei- bambini-divenire-magazine

Ritorno a scuola: la lezione dei bambini

Reading Time: 6 minutes CARI GENITORI E CARI INSEGNANTI, SIETE PRONTI ALLA GRANDE LEZIONE CHE CI DARANNO ANCORA UNA VOLTA I NOSTRI BAMBINI E I NOSTRI RAGAZZI? Osservo i bambini che arrivano disciplinati e allegri. Si mettono in coda con la loro mascherina, sollevano i capelli per farsi provare la temperatura, scambiano battute con il “Capo Besugo” (così c’è scritto sulla sua maglietta), cioè capo degli Istruttori,  e poi … Continua a Leggere Ritorno a scuola: la lezione dei bambini

sentirsi un bluff

Sentirsi un bluff: sulla vulnerabilità narcisistica

Reading Time: 3 minutes Che io sia al tuo fianco, quando la tua sete verrà. Emily Dickinson   “Meglio rinunciare ad una parte di me che rimanere solo”. A tre quarti della seduta Emilio, un uomo sulla quarantina che seguo da circa un anno, sintetizza così la sua scoperta. Sembra quasi uno slogan, una frase fatta da pronunciare trionfanti, una regola salva vita che, vista la condizione depressiva in … Continua a Leggere Sentirsi un bluff: sulla vulnerabilità narcisistica

“Il Naufragar m’è dolce”: sulla compulsione a dare e l’essere visti

Reading Time: 4 minutes Quando un bisogno viene veramente soddisfatto, la situazione cambia. (Fritz Perls) Claudia fa del suo meglio, sempre. Dà tutta sé stessa in tutto ciò che fa. Non si risparmia mai. Claudia è perennemente arrabbiata: è come se girasse con un libro contabile sottobraccio. Un libro dove annota tutti i crediti che sente di avere nei confronti degli altri. Claudia si sforza continuamente di intercettare i … Continua a Leggere “Il Naufragar m’è dolce”: sulla compulsione a dare e l’essere visti

La qualità della presenza: breve storia della mia crescita personale. - Divenire Magazine

Guarire la colpa del contagio

Reading Time: 4 minutes La morte può essere l’espiazione delle colpe ma non può mai ripararle (Napoleone Bonaparte)   Giada è una donna sulla cinquantina. Mi ricontatta chiedendo di potermi incontrare in Presenza, dopo che ci siamo conosciute attraverso il servizio di supporto psicologico gratuito che abbiamo istituito ai primi di marzo, all’inizio del “lockdown”. Una sua collega infermiera, ha convinto Giada a chiamarci, riuscendo ad oltrepassare un certo … Continua a Leggere Guarire la colpa del contagio

Un aiuto ai morenti e ai malati: le pratiche del Phowa e del Tonglen

Reading Time: 4 minutes Come possiamo aiutare chi sta morendo o chi sta soffrendo, soprattutto se non possiamo avere un contatto con loro? In Il Libro tibetano del Vivere e del Morire, scritto da Sogyal Rimpoche, edito da Ubaldini Editore (Roma, 1994), è descritta una pratica spirituale chiamata phowa (pronuncia po-wa), che significa “trasferimento della coscienza”, che ha dato, in tutto il mondo, la possibilità di morire serenamente. Essa … Continua a Leggere Un aiuto ai morenti e ai malati: le pratiche del Phowa e del Tonglen

sbaglio dunque sono - Divenire Magazine

Sbaglio dunque sono

Reading Time: 3 minutes Perché fidarsi troppo del sentirsi dalla parte giusta può essere pericoloso. Sbaglio dunque sono (Sant’Agostino) Cosa si prova ad avere torto? Ci si sente nel giusto! No, non è una battuta: la maggior parte di noi fa di tutto per evitare di riflettere sull’aver torto, o almeno per evitare di riflettere sulla possibilità che  ci stiamo sbagliando. Sappiamo tutti che si fanno degli errori, che … Continua a Leggere Sbaglio dunque sono

Cosa sappiamo degli uomini - Divenire Magazine

La bestia che c’è in me

Reading Time: 2 minutes Ansia, perfezionismo e mindfulness Oggi la mia pratica di consapevolezza è dedicata all’interruzione.   Osservo quanto mi innervosisce interrompermi su qualcosa. Quando sono concentrata mi sento come quelle persone che non possono staccarsi dal piatto finché non l’ hanno finito, finché non hanno mangiato tutto quello che c’è dentro. Conoscete questa sensazione? Mi osservo senza giudizio e noto tutta l’angoscia che si muove all’idea di … Continua a Leggere La bestia che c’è in me

Il giorno più sfigato dell’anno

Reading Time: < 1 minute Ho sempre pensato che il due di gennaio sia il giorno più sfigato dell’anno. Arriva dopo che abbiamo festeggiato tutto il festeggiabile. Dopo il Natale, dopo Santo Stefano, dopo la tensione del “che cosa ti metti all’ultimo”, dopo l’Ultimo e dopo il Primo con il suo concerto. Il due arriva la depressione. E’ stato già detto e fatto tutto. Il due è il giorno in … Continua a Leggere Il giorno più sfigato dell’anno

Il giorno in cui San Valentino non fu più santo

Reading Time: 3 minutes Un punto di vista “CONTROCORRENTE” Così ribattezzerei questa giornata appena trascorsa di lotta contro la violenza. Lo farei per spostare l’attenzione dalle questioni di genere e puntare i riflettori sulle relazioni d’amore, tutte. Quelle tra uomini e donne, tra donne e donne, uomini e uomini, madri e figli, padri e figli, fratello e sorella, sorella e sorella, fratello e fratello, nonni e nipoti, e così … Continua a Leggere Il giorno in cui San Valentino non fu più santo