Relazioni abusanti: perché le donne restano?

Reading Time: 3 minutes Parte prima – la rana bollita. Quante volte ho sentito dire, spesso proprio da altre donne, “ma perché non lascia? forse le piace essere trattata male” oppure “io al posto suo l’avrei già cacciato fuori di casa da un pezzo”. Come se fosse così semplice comprendere esattamente la dinamica di una relazione dove svalutazioni, umiliazioni, violenze psicologiche e talvolta anche fisiche sono all’ordine del giorno. … Continua a Leggere Relazioni abusanti: perché le donne restano?

Come il sole a mezzogiorno. Donne senza ombra e narcisismo femminile. - Divenire Magazine

Come il sole a mezzogiorno. Donne senza ombra e narcisismo femminile.

Reading Time: 5 minutes Forse abbiamo sentito parlare delle donne senz’anima, grazie alla famosa canzone di Riccardo Cocciante, ma senz’ombra, credo mai, se non qualcuno appassionato di opere liriche: La donna senza ombra è un’opera lirica di Richard Strauss, che narra della sterilità di colei che ha perduto il simbolo creatore della propria vita e con esso ogni possibilità di pienezza, sintesi e felicità. Quando Anna entra nel mio studio ho la sensazione che sia entrato un raggio di sole: grande sorriso, occhi espressivi, pelle luminosa, corpo sinuoso e accogliente. Il suo modo di fare è affabile e tutti i suoi pori sembrano dirti: “tutto d’ora in poi andrà bene!”. La sensazione di piacevolezza mi arriva come una sorta di effetto ipnotico a cui è difficile resistere. Continua a Leggere Come il sole a mezzogiorno. Donne senza ombra e narcisismo femminile.

L'abisso negli uomini che uccidono le donne - Divenire Magazine

L’abisso negli uomini che uccidono le donne.

Reading Time: 3 minutes Cosa sta accadendo ad alcuni uomini, si domanda Michela Marzano, in un articolo del 2 agosto su La Repubblica, a proposito di un ennesimo femminicidio. La risposta, nella sostanza è molto giusta: non sanno accettare un rifiuto, una perdita. Non sanno accettare queste frustrazioni perché il loro equilibrio dipende (questa è la parola chiave) da queste donne, senza le quali la loro vita non ha più senso. Non hanno imparato che “le persone – conclude la Marzano – non sono semplici cose di cui disporre come ci pare.” Continua a Leggere L’abisso negli uomini che uccidono le donne.

Donne che corrono e basta. Le donne e la perdita del piacere di vivere - Divenire Magazine

Donne che corrono e basta. Le donne e la perdita del piacere di vivere.

Reading Time: 4 minutes Penso al famoso libro della Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi. E’ un testo che ha rimesso al centro la vita psichica istintiva della donne e che mi ha guidata in alcuni momenti, oltre che ad avermi ispirata. In questo testo la psicoanalista ha raccolto fiabe popolari, miti e racconti attraverso i quali presenta una serie di archetipi femminili che esprimono la forza potentissima, selvaggia, istintiva, creativa e passionale che si nasconde in ogni donna. L’autrice mostra come è necessario riappropriarsi di questa forza istintiva e visionaria per riscoprire il proprio valore e potere personale. Continua a Leggere Donne che corrono e basta. Le donne e la perdita del piacere di vivere.

Perché gli uomini uccidono le donne che amano - Divenire Magazine

Perché gli uomini uccidono le donne che amano?

Reading Time: 3 minutes E’ certo che ci troviamo di fronte a delle costanti che circoscrivono e determinano il fenomeno. Sempre più spesso, quasi immancabilmente, la causa scatenante l’omicidio è un abbandono o una separazione, una messa in crisi del rapporto, un’affermazione di autonomia e di libertà delle vittime. Continua a Leggere Perché gli uomini uccidono le donne che amano?

Fuga nella maternità - Divenire Magazine

Fuga nella maternità.

Reading Time: 5 minutes Quando la ricerca di una gravidanza può essere un modo per scappare da se stesse. “Nella mia vita non sono riuscita a fare niente di quello che volevo. E adesso che avevo deciso di fare qualcosa per me, tutta per me, in cui mi sarei realizzata, non riesco a rimanere incinta! “. Irene è una donna di 37 anni che sta valutando se fare un percorso di psicoterapia dietro suggerimento del suo ginecologo. Da un paio d’anni sta cercando una gravidanza e prima di intraprendere una via medicalmente assistita vuole valutare se qualche blocco psicologico glielo sta impedendo. Continua a Leggere Fuga nella maternità.

Guarire la disperazione per uscire dalla violenza e dall'autolesionismo - Divenire Magazine

Guarire la disperazione per uscire dalla violenza e dall’autolesionismo.

Reading Time: 4 minutes “ Non era questa la vita che volevo. Mai avrei pensato di trovarmi in una situazione del genere: io ho sognato di diventare una madre e di avere dei figli. Volevo una famiglia e non stare con i miei figli a giorni alterni “, urla disperata Michela, “ ora che lui se ne è andato, ora che ci siamo separati, io non avrò mai più indietro tutto ciò che avevo desiderato, lo capisce?”. La disperazione è uno dei dolori psichici più terribili, intensi ed insopportabili che un essere umano può sperimentare. Ci sentiamo sotterrati vivi o chiusi dentro una gabbia od oppressi da un macigno enorme che non ci permette alcun movimento. Continua a Leggere Guarire la disperazione per uscire dalla violenza e dall’autolesionismo.

L'autostima delle donne - Divenire Magazine

L’autostima delle donne. Un invisibile percorso eroico.

Reading Time: 5 minutes Un invisibile percorso eroico. E’ un percorso eroico invisibile quello femminile verso l’autostima. Si tratta di un viaggio, di un percorso di conoscenza del nostro essere che prevede il coraggio e la determinazione nello spogliarci dei condizionamenti culturali, che sono fortissimi, per vestirci delle nostre peculiarità e unicità. L’eroismo femminile diventa visibile quando osiamo assumerci la responsabilità delle scelte della nostra vita e ci affermiamo nei nostri desideri. Siamo eroine quando… Continua a Leggere L’autostima delle donne. Un invisibile percorso eroico.

Una stanza tutta per me - Divenire Magazine

Una stanza tutta per me. Il primo incontro.

Reading Time: 4 minutes Nel primo incontro di un laboratorio di scrittura, sollecito sempre le motivazioni dei partecipanti, lo faccio conducendo il gruppo dal pensiero alla pratica autobiografica con una prima sollecitazione di scrittura. Ciò facilita la creazione di un clima concentrato e rallentato, un clima favorevole alla scrittura. Il dispositivo affidato è semplice, è sufficiente infatti scrivere qualche frase che segua questo incipit “Io sono qui per…”. Questo primo momento di scrittura è sempre molto emozionante. Continua a Leggere Una stanza tutta per me. Il primo incontro.