Ho paura di perderti, figlia mia. Crisi di coppia e genitorialità. - Divenire Magazine

Quando dici “no”, dici “sì” a te stessa/o

Reading Time: 2 minutes QUANDO DICI “NO”, DICI “SI” A TE STESSA/O di Andrea Fianco Nel vocale di Giulia Cecchettin c’è un esempio chiarissimo di quanto possa essere violenta la manipolazione nelle relazioni sentimentali. L’angoscia di separazione viene usata da Filippo come arma per co-stringere Giulia a sé, contro la sua volontà, facendo leva sulla sua sensibilità ed empatia. Filippo non vede e non sente Giulia. Lui è solo, … Continua a leggere Quando dici “no”, dici “sì” a te stessa/o

Essere Babbo, non solo a Natale. Cosa fa di un papà un padre - Divenire Magazine

La rivoluzione dei padri

Reading Time: 2 minutes LA RIVOLUZIONE NECESSARIA DEI PADRI di Alberto Pellai LETTERA A NOI PADRI La morte di Giulia ci interpella tutti, noi maschi, uomini, padri, compagni di vita. Non possiamo non sentirci addosso tutto il dolore del mondo. Giulia è anche nostra figlia. Così come il suo assassino. Sono i figli e le figlie che cresciamo nelle nostre vite, nelle nostre famiglie. Sono i figli e le figlie … Continua a leggere La rivoluzione dei padri

Guarire la disperazione per uscire dalla violenza e dall'autolesionismo - Divenire Magazine

L’animale che mi porto dentro

Reading Time: 2 minutes “Perché questa è una caratteristica fondamentale del maschio: bisogna sempre mostrare di sapere già quello che non si sa ancora; quindi se qualcuno comincia a parlarne non bisogna mostrarsi curiosi ma indifferenti, come di chi sa bene di cosa si sta parlando; e pero’ avere meno informazioni di quante ne vorresti non puoi chiedere visto che già sai”. Francesco Piccolo Ecco Marina Marzulli, in queste … Continua a leggere L’animale che mi porto dentro

Cosa ci tiene in vita?

Reading Time: < 1 minute Il rifiuto, l’abbandono, l’umiliazione , l’ingiustizia. Il film Dogman del mitico Luc Besson, nelle sale in questi giorni, non è “solo” un film sulla violenza, né uno psycothriller e nemmeno un film sul rapporto e confronto animali-umani. Il regista, in maniera geniale e appassionante, ci interroga su cosa ci trattiene qui, cosa ci spinge a vivere nonostante le ferite dell’anima e le fatiche del quotidiano, … Continua a leggere Cosa ci tiene in vita?

Sono ancora tanti, troppi, i modi con cui si toglie a una donna il diritto di avere un vita

Reading Time: 2 minutes Tutti femministi su Facebook. Poi se vediamo una donna senza un uomo la definiamo “sola”, se non abbiamo un uomo ci definiamo “sole” e mettiamo in dubbio il nostro valore. Dunque se non abbiamo un uomo siamo sole e reiette oppure se ci teniamo quello che abbiamo siamo dipendenti…quel che è certo che è colpa nostra se siamo sentimentalmente infelici. E allora ci mettiamo in … Continua a leggere Sono ancora tanti, troppi, i modi con cui si toglie a una donna il diritto di avere un vita

Sulla cecità che mostrifica

Reading Time: < 1 minute È quanto mai attuale il tema affrontato in questo film di Justine Triet e vincitore della Palma d’oro al 76º Festival di Cannes. In queste ore di apprensione per la scomparsa dei due ragazzi veneti, quante proiezioni e speculazioni si fanno. Questo film mostra quanta cecità ci abita, quanta necessità abbiamo e aspettativa di trovare la mostruosità nell’altro soprattutto nelle dinamiche amorose. Sembra una forma … Continua a leggere Sulla cecità che mostrifica

Vedere il film C’È ANCORA DOMANI” della Cortellesi è stato come fare un tuffo nel mio passato.

Reading Time: 2 minutes Vedere il film “C’È ANCORA DOMANI” della Cortellesi è stato come fare un tuffo nel mio passato. Per quanto sia nata all’inizio degli anni settanta la mia realtà familiare era molto simile: mio padre era solito dire “quando il buon dio ha distribuito i cervelli, tua madre era al cesso” e a noi figli ci definiva “cambiali”. Si riferiva spesso a me come “cùl alèger” … Continua a leggere Vedere il film C’È ANCORA DOMANI” della Cortellesi è stato come fare un tuffo nel mio passato.

Quell’insaziabile bisogno di essere nessuno

Reading Time: 3 minutes Ogni tanto ho bisogno di un reset: mi sento talmente confusa con i miei ruoli, il mio carattere e l’immagine di me che ne deriva che sento la necessità di disintossicarmi e di ritrovare la mia nudità per percepirmi in maniera più realistica. Chi sono io quando non c’è nessuno che mi conosce a qualche livello dal più profondo al più basilare, che stimola parti … Continua a leggere Quell’insaziabile bisogno di essere nessuno

Chi o cosa stiamo aspettando?

Reading Time: < 1 minute Ieri abbiamo trasformato il piccolo ritardo di una partecipante al gruppo di crescita personale “Io Mi Accetto” in un’opportunità di pratica consapevole. Nel silenzio condiviso abbiamo lasciato scendere nel corpo la domanda: “Chi o cosa sto aspettando nella mia vita?”. È incredibile come una domanda di questo tipo possa aprire con immediatezza uno sguardo sui nostri bisogni più profondi e dare l’opportunità a parti di … Continua a leggere Chi o cosa stiamo aspettando?

La bussola dell'autostima - Divenire Magazine

La mia bussola

Reading Time: < 1 minute La carriera, gli interessi, i rapporti affettivi, sono importanti soltanto se vi spingono a una comprensione maggiore di voi stessi; altrimenti sono irrilevanti (Almaas, maestro sufi) Consapevolezza e disidentificazione sono gli ingredienti fondamentali per lavorare su noi stessi. Essere nel mondo senza essere del mondo. Un concetto che ho incontrato per la prima volta nella Terapia della Gestalt e prende origine da un’attitudine di fondo … Continua a leggere La mia bussola