In dialogo con il corpo. - Divenire Magazine

Cos’è quello che sento? Alfabetizzazione emotiva

Spesso succede che le persone non abbiano chiaro il proprio vissuto, che viene spesso identificato con un generale senso di malessere o di stress. Eppure, al di là del mero esercizio intellettuale di etichettare le nostre emozioni, capire ciò che ci accade è fondamentale per capire chi siamo, cosa vogliamo, e che cosa è meglio per noi. Ecco un esempio. Tiziana mi racconta che, rispetto … Continua a Leggere Cos’è quello che sento? Alfabetizzazione emotiva

Denaro e paura - Divenire Magaznie

Tutto ciò che non succede nella mia vita.

Se ciò che desideriamo è ciò che più temiamo. Il trionfo non è mai un successo. Bert Hellinger Gianluca arriva visibilmente scocciato. Si stravacca sul divano e sospira. “Non ho molto da dire di diverso dalla scorsa volta: la mia vita procede noiosamente, niente di nuovo”. Gianluca mi guarda con aria di sfida, come a dire: “la palla ora è nel tuo campo, tocca a … Continua a Leggere Tutto ciò che non succede nella mia vita.

Il ritmo della vita che alza il volume: la tachicardia.

Ogni battito del cuore un suono, una possibilità, una valigia che parte per chissà dove. (Fabrizio Caramagna) Quando vedo Samanta per la prima volta nel mio studio è spaventata. Alta e magra. Abiti neri che risaltano la pelle bianca. Quando i pazienti arrivano all’ambulatorio di psicosomatica, sanno già che una della prime cose di cui dovranno parlare è il loro disturbo. È l’urgenza la cui … Continua a Leggere Il ritmo della vita che alza il volume: la tachicardia.

Cosa sappiamo degli uomini - Divenire Magazine

L’angoscia della prima volta (over 30 e vergini)

Il lavoro di terapeuta mi garantisce la possibilità di entrare in contatto con situazioni di vita, eventi, dinamiche che altrimenti rimarrebbero nell’ombra, ben nascoste, così come misteriosi e poco visibili sono i narratori di queste storie. Questo articolo sulla prima volta non vuole parlare di giovani adolescenti alle prese con la scoperta della loro sfera sessuale. Argomento notevole, di grande attualità, che spazia dalla piccola … Continua a Leggere L’angoscia della prima volta (over 30 e vergini)

Il ruolo paterno nel femminile: costruzione di modelli e identità

È ormai evidente ed assodato come negli ultimi cinquant’anni il ruolo dei padri sia profondamente cambiato, come se essere padre oggi significhi essere una sorta di replicante materno: vediamo infatti papà molto abili nella cura dei propri bambini, quasi più competenti delle madri nel cambiarli, nutrirli e portali in giro marsupiati come canguri. Ciò che sembra mancare al paterno del terzo millennio, è la sua … Continua a Leggere Il ruolo paterno nel femminile: costruzione di modelli e identità

Divenire farfalla

O sono verme O farfalletta origami Quando incontro Stefano per la prima volta, mesi fa, è un settantenne dall’aspetto trascurato e dimesso. Sente che ormai dalla vita si può aspettare poco; è in pensione, da poco vedovo, e la figlia «se ha dieci minuti da dedicargli alla settimana è già tanto». Nel corso delle sedute si scopre che di «cose da fare ne avrebbe»: il … Continua a Leggere Divenire farfalla

Relazioni abusanti: perché le donne restano?

Parte terza: l’ambivalenza Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile; non so, ma è proprio così e mi tormento (Liber, carmina 85, Catullo) Quando incontro per la prima volta le mie pazienti mi scontro spesso con una serie di sentimenti, desideri e paure in contrasto tra loro. “Questa relazione non mi fa bene,  non voglio vederlo mai più, non ha nessun rispetto per la … Continua a Leggere Relazioni abusanti: perché le donne restano?

Contatto a tempo determinato. Il precariato affettivo

Nasciamo e cresciamo con la promessa e il diritto di ricevere amore incondizionato. Dai nostri genitori innanzitutto e dai nostri partner poi. Da un punto di vista psico-corporeo, questo si traduce primariamente in un contatto emotivo reale, fisico e profondo, fra madre e bambino. Abbracci, carezze, quello che si definisce holding, il “tenere, sorreggere” forniscono le basi del futuro grounding – il radicamento, il contatto … Continua a Leggere Contatto a tempo determinato. Il precariato affettivo

La borsa dell’acqua calda

Lui lavora tanto, è un professionista affermato, anche se sta incontrando difficoltà con i clienti. Parla del lavoro con lei, la compagna di vita da quindici anni. Lo fa tutte le sere. Lei fa finta di ascoltarlo, mentre prepara il pesce al forno e mette il vino bianco in freezer. Sa che lui lavorerà al pc da casa fino a tardi e si addormenterà vestito … Continua a Leggere La borsa dell’acqua calda

Io mi evito. L’uso del cibo per non sentire

Una grande forma di perdono consiste nello smettere di escludere l’altro, soprattutto quando l’altro, siamo noi stessi. Clarissa Pinkola Estés “Quando dismetto tutti i miei ruoli e mi ritrovo a tu per tu con la mia parte più vera, mi angoscio terribilmente e svuoto l’armadietto delle porcherie. È come se fossi nell’imbarazzo di incontrarmi, di stare da sola con me stessa.” “Francesca, ti va di … Continua a Leggere Io mi evito. L’uso del cibo per non sentire