Un soldato dal cuore tenero. Cosa farsene della rabbia in adolescenza

Davide ha soli 14 anni, ma alle spalle una storia piuttosto densa e significativa segnata dalla violenza del padre sulla madre e i figli. Quando giunge a colloquio mi sembra di incontrare un tenero ragazzo, dai modi educati, dai gesti e dalle movenze dolci. Trascorre buona parte dei nostri primi colloqui assecondando ogni mia richiesta o proposta, è piuttosto introverso. Sono diverse le fatiche relazionali … Continua a Leggere Un soldato dal cuore tenero. Cosa farsene della rabbia in adolescenza

La suzione del pollice: un comportamento che nasconde tante fragilità

Giorgia ha 10 anni ed é accompagnata da me dalla sua famiglia affidataria con cui vive da meno di un anno. I genitori affidatari mi raccontano che durante il primo periodo con loro Giorgia aveva tante crisi di pianto e molta paura e ha ben presto sviluppato un forte legame con la sua mamma affidataria, Luisa, che si sta prendendo cura di lei. Giorgia poco … Continua a Leggere La suzione del pollice: un comportamento che nasconde tante fragilità

Bambini intrappolati nella rabbia: come gestire le crisi rabbiose dei più piccoli.

Soffiate o venti, fino a farvi lacerar le gote! Infuriate! Soffiate! E voi, o cataratte e uragani, rovesciatevi Finché abbiate sommerso tutti i nostri campanili, e annegato i galli segnavento! […] E anche tu, o tuono che tutto sconvolgi, appiattisci con un colpo solo la spessa rotondità del mondo! Spezza le matrici della Natura, e sperdi in un sol punto tutti i germi che fanno … Continua a Leggere Bambini intrappolati nella rabbia: come gestire le crisi rabbiose dei più piccoli.

Scopriamo insieme la preadolescenza e i suoi compiti evolutivi.

Scopriamo insieme questa importante e delicata fase del ciclo di vita e quali sono i principali compiti di sviluppo che la caratterizzano. La preadolescenza è quella fase di sviluppo che riguarda i ragazzini dai 10 ai 14 anni. Si tratta di un periodo caratterizzato da tratti invarianti in tutte le culture e da tratti più specifici socialmente e culturalmente mediati. Tale periodo del ciclo di … Continua a Leggere Scopriamo insieme la preadolescenza e i suoi compiti evolutivi.

Divorzio e castigo: quando la separazione danneggia i figli.

Arianna è una donna combattiva, passionale, e lo sa bene il marito, o meglio l’ex marito, Daniele, dal quale si è separata dopo 8 anni di matrimonio. La fine del loro rapporto è stata burrascosa e molto sofferta: Arianna ha scoperto che il marito la tradiva, da 2 anni, con una collega di lavoro. Il dolore è stato tanto ma non ha avuto dubbi: una … Continua a Leggere Divorzio e castigo: quando la separazione danneggia i figli.

É tutta colpa mia: vedere la separazione dal punto di vista dei bambini.

“Giacomo é ingestibile, non sta fermo sulla sedia, disturba i compagni, urla e appena inizia l’ora di motoria corre come un pazzo per tutto il salone, sembra proprio una pallina impazzita che non riesce a fermarsi”. Questa é proprio l’immagine che mi appare di fronte quando incontro Giacomo la prima volta. Non riesce a stare fermo, tocca tutto ciò che gli capita in mano, cade … Continua a Leggere É tutta colpa mia: vedere la separazione dal punto di vista dei bambini.

Nel vuoto posso scoprire chi sono. Gli adolescenti e l’individuazione.

Durante i primi colloqui chiedo spesso agli adolescenti: “Ti va di raccontarmi qualcosa di te?”, “Come ti descriveresti?”. Molti di loro mi guardano con occhi sbarrati come a dire: “Cosa mi stai chiedendo?” “Cosa devo risponderti?”. Effettivamente dietro a questa semplice domanda si celano moltissimi significati. Descrivere e raccontare chi si è non è impresa così semplice e scontata, soprattutto per gli adolescenti che sono … Continua a Leggere Nel vuoto posso scoprire chi sono. Gli adolescenti e l’individuazione.

Se i bambini non sanno più giocare “come se”. Carenza di gioco simbolico e problematiche in età adulta.

Ormai da tempo la psicologia e l’antropologia parlano del gioco come di un’attività estremamente preziosa, che fin dalla preistoria permette all’uomo di adattarsi in modo efficace al proprio ambiente di vita. Quando parliamo di gioco simbolico ci riferiamo a quella forma di gioco in cui il bambino – ma non solo – utilizza un oggetto al posto di un altro, finge di essere qualcuno che … Continua a Leggere Se i bambini non sanno più giocare “come se”. Carenza di gioco simbolico e problematiche in età adulta.

“Nonno mi manchi!”. Cartoni animati e videogiochi come strumento per l’elaborazione del lutto.

Gabriele ha 10 anni, giunge in consultazione per notevoli difficoltà scolastiche sia di apprendimento sia comportamentali. Viene descritto come un bambino che tende ad isolarsi e, se disturbato, diventa aggressivo. Il suo comportamento non riesce ad essere compreso dalle insegnanti, dai compagni di classe e talvolta nemmeno dai genitori. Prima del colloquio con Gabriele immagino di incontrare un bambino oppositivo, con poca voglia di interagire. … Continua a Leggere “Nonno mi manchi!”. Cartoni animati e videogiochi come strumento per l’elaborazione del lutto.

Questa scuola mi fa vomitare! La nausea e il vomito psicosomatici.

“Elena aiutami a capire meglio: è dai primi di maggio che hai questa nausea forte che spesso ti fa anche vomitare? Prova a pensare se c è un momento in cui la nausea aumenta e uno in cui diminuisce…”.“Il vero incubo è la mattina appena mi sveglio, la sola idea di prendere l’autobus per andare a scuola mi fa stare male; poi appena arrivo in … Continua a Leggere Questa scuola mi fa vomitare! La nausea e il vomito psicosomatici.