O mando giù o esplodo: e se invece mi arrabbiassi? Le vicissitudini delle donne tra rabbia e depressione - Divenire Magazine

O mando giù o esplodo: e se invece mi arrabbiassi? Le vicissitudini delle donne tra rabbia e depressione.

‘Mi sento frustrata. Mi pare di vivere una vita senza passioni, desideri, entusiasmo. Sono stufa ma non vedo vie d’uscita’, mi dice Mara. ‘Tu sai cosa ti fa sentire così?’. ‘Si certo. Durante la settimana lavoro e mi occupo di cose che mi fanno schifo. Durante il weekend devo andare da mia madre e stare con lei tutto il tempo a parlare del nulla sul divano. Il discorso più interessante è il meteo. Poi devo preparare una buona cena per il mio compagno che torna dalla partita di calcio. Devo sistemare casa e insomma, non mi resta tempo per me e mi sento proprio giù’. ‘Devo…’, ripeto io. Continua a Leggere O mando giù o esplodo: e se invece mi arrabbiassi? Le vicissitudini delle donne tra rabbia e depressione.

Manifestati con tuo figlio, non sei uno spirito! Recuperare il dialogo con gli adolescenti e i giovani adulti. - Divenire Magazine

Manifestati con tuo figlio, non sei uno spirito! Recuperare il dialogo con gli adolescenti e i giovani adulti.

“Pensavo che gli spiriti fossero qualcosa di divertente legati alla festa di Halloween? Invece no, gli spiriti e gli spettri esistono e girano per casa tutto l’anno!”. Le sedute che si concludono con una battuta di spirito ed una sana risata sono quelle che mi piacciono di più. Ovvio, penserete voi, tutti preferiscono ridere anziché piangere. C’è in realtà una motivazione più profonda del perché una seduta in cui si ride mi dà più soddisfazione di una in cui si piange. Nel primo caso sento che siamo approdati ad una nuova configurazione mentre nel secondo siamo ancora all’interno di un processo, insomma siamo ancora in viaggio. Continua a Leggere Manifestati con tuo figlio, non sei uno spirito! Recuperare il dialogo con gli adolescenti e i giovani adulti.

Se ami i tuoi figli, sparisci ogni tanto. La mamma-google e i danni dell’iperpresenza.

Abbiamo la falsa credenza che amare significa esserci fisicamente. Insomma facciamo coincidere la relazione con l’idea della presenza, rendendo l’assenza un tabù, tale per cui la parola stessa è diventata sinonimo di carenza o addirittura di morte. Ho fatto questa riflessione dopo aver incontrato tutte le reazioni di stupore per il fatto che mi ritirassi qualche giorno dalla mia famiglia per frequentare un seminario a cui tenevo molto: “Che bravo, io non potrei mai lasciare i miei figli per quattro giorni al loro padre”, oppure: “Il mio bambino non è ancora pronto per questa esperienza”. Continua a Leggere Se ami i tuoi figli, sparisci ogni tanto. La mamma-google e i danni dell’iperpresenza.

Quando mia madre mi dice ti voglio bene. Le vicissitudini dell’amore-odio tra madre e figlia. - Divenire Magazine

Quando mia madre mi dice ti voglio bene. Le vicissitudini dell’amore-odio tra madre e figlia.

Quando mia madre mi dice ti voglio bene, io non le credo. Glielo hai mai detto? Si, quando ero un’adolescente. E Lei come reagiva? Come tutte le madri delle adolescenti di allora. Bofonchiava qualcosa, tipo che età è questa, e se ne andava a fare le faccende di casa. Puoi provare a dirle qui perché non le credi tuttora? No, non voglio. Perché? Non servirebbe a niente. Non dico di dire che odi tua madre nella sua totalità, ma solo di esprimere quello che hai sentito rispetto ad un fatto o a dei fatti che sono accaduti tra di voi. Continua a Leggere Quando mia madre mi dice ti voglio bene. Le vicissitudini dell’amore-odio tra madre e figlia.

L'abisso negli uomini che uccidono le donne - Divenire Magazine

L’abisso negli uomini che uccidono le donne.

Cosa sta accadendo ad alcuni uomini, si domanda Michela Marzano, in un articolo del 2 agosto su La Repubblica, a proposito di un ennesimo femminicidio. La risposta, nella sostanza è molto giusta: non sanno accettare un rifiuto, una perdita. Non sanno accettare queste frustrazioni perché il loro equilibrio dipende (questa è la parola chiave) da queste donne, senza le quali la loro vita non ha più senso. Non hanno imparato che “le persone – conclude la Marzano – non sono semplici cose di cui disporre come ci pare.” Continua a Leggere L’abisso negli uomini che uccidono le donne.

Non la posso vedere: senso di inferiorità e invidia - Divenire Magazine

Non la posso vedere: senso di inferiorità e invidia.

Nel suo Purgatorio, Dante descrive gli invidiosi come persone condannate ad avere gli occhi cuciti con del filo di ferro. Il “non vedere” sembrerebbe rimandare al fatto che l’invidia corrisponda all’incapacità di sopportare la visione della gloria dell’altro oppure che sia qualcosa di difficile da riconoscere perché essa è riluttante a svelare sé stessa. Come si manifesta l’invidia? Quali sono le sue caratteristiche, le sue espressioni tipiche? Nella mia esperienza essa si cela sotto i più diversi travestimenti e di certo non si presta ad una visione immediata. Continua a Leggere Non la posso vedere: senso di inferiorità e invidia.

Donne che corrono e basta. Le donne e la perdita del piacere di vivere - Divenire Magazine

Donne che corrono e basta. Le donne e la perdita del piacere di vivere.

Penso al famoso libro della Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi. E’ un testo che ha rimesso al centro la vita psichica istintiva della donne e che mi ha guidata in alcuni momenti, oltre che ad avermi ispirata. In questo testo la psicoanalista ha raccolto fiabe popolari, miti e racconti attraverso i quali presenta una serie di archetipi femminili che esprimono la forza potentissima, selvaggia, istintiva, creativa e passionale che si nasconde in ogni donna. L’autrice mostra come è necessario riappropriarsi di questa forza istintiva e visionaria per riscoprire il proprio valore e potere personale. Continua a Leggere Donne che corrono e basta. Le donne e la perdita del piacere di vivere.

Perché gli uomini uccidono le donne che amano - Divenire Magazine

Perché gli uomini uccidono le donne che amano?

E’ certo che ci troviamo di fronte a delle costanti che circoscrivono e determinano il fenomeno. Sempre più spesso, quasi immancabilmente, la causa scatenante l’omicidio è un abbandono o una separazione, una messa in crisi del rapporto, un’affermazione di autonomia e di libertà delle vittime. Continua a Leggere Perché gli uomini uccidono le donne che amano?

Un'alleata senza corazza. La storia della mia scrittura - Divenire Magazine

Un’alleata senza corazza. La storia della mia scrittura.

Mi osservo mentre spargo i fogli sul tavolo alla ricerca di tracce per iniziare il percorso. Uno dei miei rituali per controllare l’ansia e la timidezza da “primo incontro” è quello di riempire la mia cartelletta di materiali che potrebbero tornare utili. Tuttavia, so che che l’incontro sarà fecondo se da quel pieno saprò togliere, per stare in ascolto della storia dell’altro e per raccogliere con cura ciò che l’altro porta. Continua a Leggere Un’alleata senza corazza. La storia della mia scrittura.

E tu da che parte stai? Il potere della scelta - Divenire Magazine

E tu da che parte stai?

Giulia entra per il nostro appuntamento settimanale, gli occhi sono spenti, vuoti, come rassegnati. “Anche questa settimana non ho fatto nessun passo avanti, mi sembra di essere sempre ferma allo stesso punto… vedi che non sono capace di fare niente, alla fine confermo di essere sempre inadeguata”. Giulia passa l’inizio della seduta ad elencare la propria frustrazione e impotenza, il suo girare sempre in tondo, senza riuscire ad apportare il minimo cambiamento nelle cose della sua vita che non le piacciono. Continua a Leggere E tu da che parte stai?