Ho paura di perderti, figlia mia. Crisi di coppia e genitorialità. - Divenire Magazine

Ho paura di perderti, figlia mia. Crisi di coppia e genitorialità.

“Dottoressa non so più a che santo votarmi”, dice Santina appena si siede sul divano, “non reggo più gli scoppi di rabbia di mia figlia”. “Hai un’idea a cosa siano dovuti?”, le chiedo passandole la scatola dei fazzoletti. “All’inizio ho pensato che fossero dovuti all’età, una specie di adolescenza anticipata, ma poi visto il persistere mi è venuto il dubbio che lei ce l’abbia con me”. “Mi sembra una buona pista. E Perché dovrebbe avercela con te? Cosa le avresti fatto di male?”. “Questo è il punto. Io l’ho sempre messa al centro della mia vita, lei è il mio primo pensiero alla mattina e l’ultimo alla sera”. Continua a Leggere Ho paura di perderti, figlia mia. Crisi di coppia e genitorialità.

Chi è il tuo lui? Chi è la tua lei? Chi sei tu? - Divenire Magazine

Chi è il tuo lui? Chi è la tua lei? Chi sei tu?

Immagina di entrare in una stanza e vedere i seguenti personaggi: ritto vicino ad una parete scorgete Tarzan, alto e muscoloso con lo sguardo un pò selvaggio, ma molto sicuro di sé; da un altra parte Robin-Hood, come dice il mito, nobile decaduto divenuto poi eroe dei poveri; passando oltre c’è Socrate filosofo molto colto e appassionato del mondo, ed infine Gandhi, uomo spirituale che trasmette un profondo senso di pace. Nella stanza ci sono altrettante donne. Troviamo Eva, istintuale e procace; Elena, regina di Sparta, nel mito greco, la donna più bella e sensuale del mondo. La terza donna è Beatrice, l’amata tanto decantata da Dante, una donna con un forte senso spirituale, ed infine l’ultima è Sophia, lei sembra avere una gran conoscenza di sé e degli altri, di tutto ciò che la circonda. Ebbene da chi ti sentiresti attratto? Continua a Leggere Chi è il tuo lui? Chi è la tua lei? Chi sei tu?

La valle dell'amore. - Divenire Magazine

La valle dell’amore.

Capita che alcune persone confondano l’innamoramento con l’amore, arrivando a pensare che finita la prima fase idilliaca, fatta di emozioni intense, il meglio sia passato e la relazione sia quindi giunta al capolinea. Uso spesso una metafora per far meglio cogliere la differenza tra questi due stati emotivi: l’attraversamento della valle. Immaginiamo che quando ci innamoriamo di una persona ci troviamo su una collina, nella città dell’innamoramento. Qui tutto è davvero molto intenso e luminoso, sentiamo le farfalle nello stomaco, vediamo nel nostro innamorato/a tutto ciò che desidereremmo in un’altra persona. Spesso, cadendo nell’idealizzazione, non vediamo nessun difetto o al momento non ci pare poi così grave o importante. Continua a Leggere La valle dell’amore.

Perché il principe è muto, bacia cadaveri e sceglie la moglie dalla taglia delle scarpe? Gli uomini e l’amore di coppia - Divenire Magazine

Perché il principe è muto, bacia cadaveri e sceglie la moglie dalla taglia delle scarpe? Gli uomini e l’amore di coppia.

“Da quando la mia fidanzata mi ha detto che non è sicura dei sentimenti che prova per me, mi è crollato il mondo addosso”, esordisce Francesco, “prima ero il suo dio, qualcuno da adorare ed ora non più. Non sapere se avrò ancora le stesse certezze di prima mi manda in una tremenda ansia e confusione. Prima mi sentivo forte, anzi in certi momenti mi annoiavo pure, ma ora mi sento quello bisognoso e la cosa non mi va’ per niente bene”. Di Francesco ne ho incontrati tanti: uomini che si sentono in crisi perché non si sentono più l’oggetto della venerazione delle proprie compagne e fanno di tutto per riprendersele, anche se magari è troppo tardi. Continua a Leggere Perché il principe è muto, bacia cadaveri e sceglie la moglie dalla taglia delle scarpe? Gli uomini e l’amore di coppia.

Non so cosa sia l’amore, di certo non uno psicofarmaco. La simbiosi nella coppia - Divenire Magazine

Non so cosa sia l’amore, di certo non uno psicofarmaco. La simbiosi nella coppia.

Accade sempre più spesso che l’amore venga inteso come “qualcosa che serve per farci stare bene”. Quando esploro con il paziente cosa intende per “farmi star bene”, ho la sensazione che egli parli di una droga o di uno psicofarmaco che lo mantiene in una sorta di stato nirvanico, in cui tutto è anestetizzato o assopito. L’assenza apparente di problemi sembra essere la prova che “andiamo d’accordo” e quindi è amore. Ma se l’amore è un Nirvana, perché procurarselo con una persona? Continua a Leggere Non so cosa sia l’amore, di certo non uno psicofarmaco. La simbiosi nella coppia.

L'arte della gratitudine nella coppia - Divenire Magazine

L’arte della gratitudine nella coppia.

Innanzitutto è importante restare connessi al sentimento della gratitudine anche quando non si è insieme e impegnarsi per comunicarlo all’altro. In che modo? Mandate ogni giorno uno scritto al vostro partner (mail, sms o messaggio vocale) per qualcosa che ha fatto o detto il giorno precedente e che avete apprezzato, vi ha fatto piacere, vi ha resi felici o vi ha sollevati da un’incombenza. Continua a Leggere L’arte della gratitudine nella coppia.

I traumi relazionali e le comunicazioni guaritrici - Divenire Magazine

I traumi relazionali e le comunicazioni guaritrici.

Tutti noi scivoliamo, cadiamo, ci perdiamo, andiamo addosso all’altro, inciampiamo, calpestando e ferendo il nostro partner mentre impariamo ad amare. Gli errori e le mancanze sono inevitabili quando parliamo di amore e di coppia e ad ognuno di noi può capitare di non accorgerci delle richieste di vicinanza e supporto emotivo che arrivano dal nostro partner, perché siamo distratti da altro, presi dai nostri problemi, poco sintonizzati con noi stessi e quindi poco capaci di essere presenti con una qualità che permetta una buona connessione emotiva. Continua a Leggere I traumi relazionali e le comunicazioni guaritrici.

Il suicidio del matrimonio - Divenire Magazine

Il suicidio del matrimonio: perché alcune persone non possono restare sposate?

Le persone che restano sposate non si limitano a restare sposate: passano dall’essere unite, all’individuarsi, e poi al riunirsi o risposarsi nuovamente. Questo processo avviene ogni giorno o ogni ora, perfino durante la prima settimana di matrimonio. Le ragioni per le quali le persone non restano sposate sono complesse e dipendono da molti fattori. Il fattore più ovvio è l’evoluzione dei valori culturali relativi sia alla libertà sessuale, sia alla libertà coniugale. E’ come se tutte le decisioni fossero reversibili. Continua a Leggere Il suicidio del matrimonio: perché alcune persone non possono restare sposate?

Uscirne vivi: l'importanza dei riti di commiato alla fine di un rapporto. - Divenire Magazine

Uscirne vivi: l’importanza dei riti di commiato alla fine di un rapporto.

“E’ arrivato il momento, l’altra casa è pronta. Quando io e Samantha abbiamo deciso di separarci ho sperato che questo momento non arrivasse mai, mi faceva molta paura e non riuscivo ad accettarlo, ad accettare che dopo tanti anni insieme e quattro figli stesse finendo tutto. Avrei rivoluto indietro la mia Samantha, quella che avevo sposato 25 anni fa e non volevo accettare nemmeno i suoi cambiamenti, la sua crescita. Adesso che è evidentemente tutto perduto credo non avrebbe più senso restare nella nostra casa, è proprio arrivato il momento di andare”, esordisce Riccardo affranto. Continua a Leggere Uscirne vivi: l’importanza dei riti di commiato alla fine di un rapporto.

Le mappe dell'amore - Divenire Magazine

Le mappe dell’amore. Un questionario per valutare la vostra relazione.

Ho scoperto che molte coppie cadono nell’abitudine di completa disattenzione ai particolari della vita di uno dei due coniugi. Di solito uno dei due coniugi ha solo un’idea molto vaga dei desideri dell’altro, di quello che gli piace o non gli piace, delle paure, delle tensioni. (…) Al contrario, le persone emotivamente intelligenti sono perfettamente a conoscenza del reciproco mondo. Definisco questo atteggiamento come il possesso di una mappa dell’amore ricca di particolari. (…) Continua a Leggere Le mappe dell’amore. Un questionario per valutare la vostra relazione.