A volte i “no” si trasformano in “sì”

TEMPO DI LETTURA: 1 MINUTO

Una donna entra in classe e mi dice: “Sono qui perché un’amica non fa che parlarmi della Soul Motion e non ne potevo più di sentirla, ma io non amo muovermi, non mi piace sudare, non mi interessano le cose spirituali e non amo interagire con gli altri”.

“Quanti motivi per NON venire. Eppure sei qui. Balla con tutto questo”.

Durante la lezione, la vedo muoversi a terra come un serpente, per poi diventare un felino, un cavallo in corsa, e infine una farfalla. La vedo muoversi libera, entrare in contatto con gli altri spontaneamente, sudare senza preoccuparsi di nulla.

Nella condivisione lei non dice nulla, ma i suoi occhi sono accesi come due fari.

Prima di andare mi si avvicina sudata e mi dice: “Era tanto che non mi sentivo così bene. Non so cosa hai fatto, ma grazie”.

“Io non ho fatto nulla Anna. La tua testa aveva mille motivi per non farti muovere, ma sei venuta. E il tuo corpo ha fatto il resto”.

Il corpo è uno strumento meraviglioso. Non smetterò mai di ringraziare questa pratica per ricordarmelo ogni giorno. E ringrazio l’amica di Anna per avermela mandata. Assistere al risveglio di un corpo è un privilegio.

Fotografia di copertina © Seth Macey

Lascia un commento